Ci si impegna ogni giorno con costante passione e dedizione per il proprio lavoro, senza luci della ribalta ma con grande umiltà come valore guida.

È comunque gratificante sapere che si possa ricevere un invito per un “premio”. Domenica 9 Dicembre, presso l’anfiteatro di Aci Bonaccorsi, Claudio Luca, amministratore unico dell’azienda Bacco S.r.l, è stato premiato come “Uomo Siciliano” 2018, ed ha ringraziato l’organizzazione dell’evento nella persona di Antonio Omero, con un videomessaggio registrato da Milano, città in cui al momento si trova per impegni lavorativi. Per suo conto, infatti, ha fisicamente ritirato il premio Ilary Rey, direttore marketing dell’omonima azienda. Tra i vari premiati dal mondo della medicina, dell’arte, della fotografia, dell’avvocatura, dei vini, dello sport, Claudio Luca si è contraddistinto, citando fedelmente la motivazione del premio, per la sua “maestria imprenditoriale e per la sua grande umanità”, sottolineando come Bacco si spenda notevolmente sostegno di attività sportive, giovanili ed associazionismo. Era il 2006, come si racconta spesso, quando un giovanissimo ed entusiasta Claudio Luca, decise di tornare in Sicilia, nella sua Bronte, per intraprendere una scommessa di riscatto per la propria terra. Un’azienda giovane per storia e media anagrafica ma già leader in Italia ed in Europa nel settore della trasformazione del pistacchio. Un riconoscimento, dunque, che inorgoglisce e gratifica, perché attestato di stima che conferma quanto di buono sia stato fatto e ancora c’è da fare.